Venice Travel guide Guía turística de Venecia Guida informazioni Venezia  Przewodnik po Sewilli Guide de Voyage de Venise Путеводитель по Венеции Turistický průvodce Benátkami Ghidul turistic al Veneţiei Toeristische gids van Venetië Rejseguide til Venedig

Venezia


 


Venezia

Piazza San Marco
Piazza San Marco è il cuore di Venezia e rappresenta il punto di riferimento per la maggiore parte dei visitatori che viaggiano a Venezia. Qui si svolgono gli eventi più importanti di Venezia. La sua origine risale al IX secolo. Nella zona di San Marco c’era un faro, due piccole chiese e un ampio orto di alcune Monache che nel secolo IX decisero di cedere alla comunità affinché si costruissero le sedi del governo: la Basilica e il Palazzo Ducale. Fu ristrutturata e ampliata così come ci appare oggi nel 1177, in seguito a una grande inondazione.

La piazza è circondata da case e portici chiamati ‘’Procuratie’’ perché in questi edifici vivevano e lavoravano i procuratori dell’antica Venezia. Ci sono due tipi di Procuratie: le Procuratie Vecchie e le Procuratie Nuove. Da vedere la Torre dell’Orologio, del XV secolo, una delle opere architettoniche più conosciute di Venezia e si trova sopra a un arco dal quale si accede a una delle strade più animate e ricche di negozi, chiamata Merceria di Venezia. Questo orologio astronomico è caratterizzato da rilievi dorati e smaltati e oltre a indicare le ore indica anche le fasi lunari e i segni zodiacali. Sopra l’orologio si trova la Madonna con il bambino.

Vale la pena passeggiare per la piazza e passare sotto i portici, andare in giro tra i lussuosi negozi e prendersi un caffè o una cioccolata in uno dei bar più storici, come il Quadri, anche se i prezzi sono molto alti. In un angolo della piazza si erge il Campanile che, inaugurato nel 912, è alto 98 metri. Salite fino in cima perché da qui è meraviglioso ammirare la vista del Bacino di San Marco.

Basilica di San Marco
La costruzione della basilica avvenne per accogliere i resti dell’evangelista Marco provenienti dall’Egitto per mano dei commercianti veneziani nell’anno 828.
Nel 976 l’edificio originale fu raso al suolo da un incendio nel quale morirono le uniche persone a conoscenza della localizzazione dei resti di San Marco all’interno della basilica. La costruzione attuale risale al 1094, e durante l’inaugurazione della nuova chiesa all’improvviso si sgretolò una delle colonne e lì furono ritrovati i resti di San Marco che oggi sono custoditi in una apposita cripta.
La pianta della basilica è a croce greca ed è decorata con marmo e pietre preziose arrivate dall’Oriente. Furono inoltre usate pietre per i mosaici della struttura interna e per dare un effetto di oro e colori risplendenti alle cupole e alle cripte.
La facciata principale è costituita da cinque portali principali chiusi da porte di bronzo. La porta principale è la Porta dei Fiori dove si può ammirare un importante bassorilievo della natività. All’interno è conservato il tesoro della Pala d’Oro, un’importante opera di oreficeria bizantina. Nella basilica di San Marco si conservano inoltre i cavalli di bronzo provenienti da Costantinopoli.

Palazzo Ducale
A lato della Basilica di San Marco si erge il maestoso Palazzo Ducale, restaurato più volte, il cui restauro più importante avvenne dopo gli incendi del 1574 e 1577. Il Palazzo Ducale fu sede del doge e del governo di Venezia, così come dei tribunali e delle prigioni fino alla caduta della Repubblica nel 1797.

Il palazzo è l’esempio più importante di arte gotica a Venezia. La sua facciata è decorata da marmo rosa e bianco, e ciò dona un aspetto impressionante quando è illuminato dal sole. Al suo interno si trova un meraviglioso cortile la cui facciata principale è di stile rinascimentale, con una straordinaria decorazione scultoria e ordini di archi. A lato del palazzo, sopra il canale, si trova il Ponte dei Sospiri, che deve il suo nome ai sospiri dei condannati che nell’attraversarlo vedevano Venezia per l’ultima volta.

Ponte dei Sospiri
Fino alla seconda metà del XVI secolo le prigioni erano collocate all’interno del Palazzo Ducale. In seguito si costruirono le nuove prigioni di fronte al Palazzo Ducale, dal lato opposto del canale, e in quel momento fu costruito anche il Ponte dei Sospiri, nel 1602, con il fine di collegare il Palazzo Ducale alle nuove carceri. Il nome di Ponte dei Sospiri risale al momento in cui i prigionieri sospiravano quando erano condotti verso la prigione. Le celle delle carceri erano luoghi freddi tra stretti tunnel sotterranei dove ancora oggi si respira la stessa atmosfera di allora. Alcune celle furono costruite con materiali metallici mentre altre in legno, ma comunque sempre di sotto il livello del mare.

Teatro La Fenice
Il teatro fu costruito tra il 1790 e il 1792. La sala del teatro è costituito da cinque file di palchi. Il teatro è caratterizzato da abbondanti decorazioni dorate e argentate, come anche colori brillanti che quasi distraggono lo spettatore. Secondo la tradizione dei teatri italiani, oltre a ricoprire la funzione di teatro, presso La Fenice era possibile giocare e intrattenersi con gli invitati. Un incendio rase al suolo il teatro nel 1996 e l’aspetto attuale è il risultato della ricostruzione che fu eseguita nel 2003 seguendo le tecniche di costruzione tradizionali veneziane.

Canal Grande
Il Canal Grande, o “Canalazzo” per i Veneziani, è il canale principale di Venezia, e divide la città in due parti. Rappresenta la via principale di comunicazione di Venezia e lungo il suo corso si possono ammirare le costruzioni più importanti di Venezia. La maggiore parte di questi edifici appartenevano a ricche famiglie patrizie di commercianti. Qui furono costruite le case chiamate “fondaco” (casa-magazzino), poiché qui si trovavano sia il magazzino sia la casa dei commercianti (uno dei più famosi è il Fondaco dei Turchi). Vicino al Ponte di Rialto, il più famoso dei quattro ponti del Canal Grande, furono costruiti palazzi con finalità commerciali come per esempio la Zecca. Durante tutta la storia questo canale ha rappresentato la via di Venezia più trafficata da vaporetti, taxi acquatici e gondole. Per ammirare al meglio gli splendidi edifici presenti lungo i due lati del Canal Grande si consiglia di farlo a bordo di una gondola, meglio se si è in coppia. Gli altri ponti del Canal Grande sono: il Ponte dell’Accademia, il Ponte degli Scalzi e il Ponte della Costituzione.
Ogni prima domenica di settembre si svolge qui la Regata Storica che prevede una partecipazione di numerose imbarcazioni tipiche veneziane.

Ponte di Rialto
Inizialmente il Ponte di Rialto era l’unico ponte che univa le due sponde opposte del Canal Grande. Il ponte è costituito da due rampe inclinate con una fila di negozi tipici veneziani per ciascun lato ed è tutto sovrastato da un portico (coperto ma aperto su entrambi i lati esterni). Il commercio e la vita di Venezia si sono sempre concentrati qui durante tutta la storia. Il Ponte di Rialto è il più antico dei quattro ponti che attraversano il Canal Grande. In questa area si trovano il mercato di Rialto, costruito nel XI secolo, che diede una grande importanza a questa zona. Qui si trovavano botteghe e mercati per la vendita di oro, tessuti e spezie. Inoltre qui sorsero le prime banche e compagnie assicurative.

Ca’ d’Oro
È uno dei palazzi con l’architettura più caratteristica di Venezia e spicca sul Canal Grande, in particolare si distinguono le sue dorature (da qui il suo nome) e i suoi elementi decorativi in marmo. Al suo interno si trova il famoso quadro “San Sebastiano” (1490) di Andrea Mantegna.

Arsenale
Questo si trovava il centro e il cuore marittimo di Venezia. L’Arsenale risale al XII secolo e fu per secoli il cantiere navale più importante e grande d’Europa. Qui oggi si trova un museo storico navale.

Punta della Dogana
La Punta de la Dogana è il luogo di Venezia da dove è possibile godere di una delle viste migliori di tutto il bacino di San Marco. Qui si trovava la dogana nel secolo XV con la sua funzione di ispezione delle merci che arrivavano a Venezia.

CHIESE

Santa Maria della Salute
La Chiesa di Santa Maria della Salute fu costruita come offerta alla Vergine per aver liberato Venezia dalla peste del 1630 e fu costruita al posto di un antico monastero. Si trova vicino Punta della Dogana, e spicca all’interno del panorama del bacino di San Marco in maniera maestosa. Soprattutto è in evidenza la sua scalinata principale, la sua entrata e la sua bianca cupola. Fu progettata dall’architetto Baldassarre Longhena e grazie al suo marmo bianco rappresenta il meglio dello stile barocco. Ogni 21 di novembre si festeggia il giorno della Vergine della Salute; in questa giornata i veneziani fanno visita alla chiesa per pregare la Vergine.

San Giorgio Maggiore
Questa chiesa si trova sull’isola di San Giorgio, di fronte a Piazza San Marco. Fu costruita tra il 1566 e il 1610 dietro progetto di Andrea Palladio e rappresenta la chiesa dove furono accolti i monasteri benedettini veneziani. Spicca per la sua perfezione nelle proporzioni al suo interno, tipico del Palladio. Qui si trovano importanti opere d’arte e pitture come l’‘’Ultima Cena’’, del Tintoretto.

San Moise’
La chiesa di San Moise’ è una delle chiese più antiche di Venezia con la sua costruzione che risale al VIII secolo. La costruzione originale era in legno e fu poi in seguito costruita in pietra secondo il volere di Moisé Vernier, che attribuì il nome alla chiesa. Prese fuoco nel 1105 e la sua ricostruzione fu realizzata in stile bizantino con elementi gotici. La chiesa fu di nuovo restaurata nel 1632 in seguito ad un incendio. La facciata fu realizzata nel 1668.

Santa Maria Gloriosa Dei Frari
Questa chiesa si trova nel sestiere di San Polo e la sua storia è legata ai primi frati seguaci di Francesco D’Assisi. La sua costruzione, iniziata nel 1340 dove si trovava un’antica chiesa, durò a lungo e ciò spiega la presenza di diversi stili architettonici, con abbondanti decorazioni e eleganti contrasti che fanno parte della bellezza complessiva di questa grande chiesa. Le dimensioni della chiesa sono straordinarie così come sono importanti le opere che qui sono accolte, come l’’Assunzione’’, 1516, di Tiziano.

Chiesa di San Zaccaria
Questa chiesa si trova nel sestiere di Castello e fu costruita tra il 1444  e il 1515. Oltre allo stile gotico, ci sono anche elementi di architettura rinascimentale. Una delle pitture più famose di questa chiesa è la ‘’Sacra Conversazione con i Santi’’, di Giovanni Bellini.

Chiesa dei Carmini
La chiesa di Santa Maria Assunta, o dei Carmini, fu iniziata nel 1286 e non fu terminata fino al 1348. La chiesa si trova nel sestiere di Dorsoduro di Venezia. La facciata presenta una combinazione di stile gotico e bizantino.

Chiesa del Redentore
La chiesa si trova nell’isola della Giudecca e fu costruita tra il 1577 e il 1592 secondo il progetto di Andrea Palladio. La chiesa fu costruita per celebrare la fine della peste nel 1576 e per questo motivo ogni terza domenica di luglio si celebra la Festa del Redentore. Questa chiesa si caratterizza per la sua eleganza e stile classico.

 

 

Tornare su

successiva  

Limitazione di responsabilità: Abbiamo fatto il possibile perchè le informazioni contenute in questo sito siano il più precise possibile, ma sono fornite ‘così come sono’ e in nessun caso ci riterremo responsabili per perdite, danni o invonvenienti causati da, o in ogni modo connessi all’utilizzo di questo sito e delle sue informazioni.


 
Corsi di spagnolo in Spagna
    Corsi di spagnolo in Spagna  


Mappa di Venezia
 ingrandire  

 

 

Introduzione | Storia di Venezia | Informazioni utilil | Mappe di Venezia | Il tempo a Venezia | Mezzi di trasporto

Monumenti a Venezia | Musei a Venezia | Vita notturna a Venezia | Luoghi di Interesse | Ristoranti